Metallo Ateo

Il 31 luglio si è tenuto a Toritto, presso il Parco Lago del Bosco, il Total Metal Festival, che ha visto la partecipazione di centinaia di persone provenienti da molte zone dell’Italia meridionale e di gruppi del mondo metal di rinomata fama, come i Testament e i Dark Funeral. In un contesto così privo dalla presenza divina, non poteva mancare Uaar Radio Bari, supportata dal suo braccio secolare, il Circolo di Bari. Dopo essere stati invitati a tenere uno stand dal proprietario del Parco, Antonio D’Erasmo, la meglio gioventù atea della provincia di Bari ha risposto al suo appello: vi erano tutti gli speakers della nostra radio (quindi, Dino , Michele e Till, per l’occasione anche freelance) e i Dioscuri del Circolo, Francesco e Domenico.

Il nostro banchetto è rimasto ininterrottamente in attività dall’apertura dei cancelli (subito dopo le 13.00) sino al tramonto, quando abbiamo ceduto il passo alle band del metallo. 

Nonostante i nefasti presagi divini, è stato un successo di pubblico: tantissime persone, per la maggior parte ragazzi, si sono accostate a noi, chiedendo informazioni o semplicemente perché interessati ai nostri argomenti; ovviamente a ruba sono andati i moduli per lo sbattezzo, per cui crediamo che le parrocchie comprese tra Catania , Salerno e Ischia avranno una flessione degli iscritti in tempi brevi. Certamente, tale afflusso è dovuto alla sentita esigenza di staccarsi da una Chiesa la cui moralità, imposta all’esterno, è un optional all’interno, e ai discutibilissimi privilegi economici di cui gode, senza peraltro partecipare in alcun modo alla crescita del Paese, di cui anzi essa è un’affossatrice, tanto culturale quanto economica. Ma è indubitabile che molto lo si debba al Dioscuro Domenico, il quale ha concesso la sua prestanza virile alle ragazze che si sono avvicinate, senz’altro ammaliate dallo sfoggio di tale mascolinità orgogliosamente made in Uaar Bari.

Ma tutti i partecipanti hanno svolto la loro parte, rendendo la giornata un vero successo, celebrato degnamente con la bevuta di un ottimo primitivo di Altamura.

Ma saremmo ingiusti se non ringraziassimo il gentile santone del villaggio, che ci ha assicurato il benvolere del DIO del metallo, e i simpaticissimi frati armati, che hanno distribuito con l’amore (e la spada soprattutto) la lieta novella, come erano soliti fare i loro predecessori mille anni fa.

M. Lacriola

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...