Sentinelle in piedi? No grazie

Ci siamo anche NOI…

Il 22 maggio 2015, un opprimente cielo plumbeo ha avvolto il cielo di Bari, dopo settimane di sole estivo. C’è chi dice sia stata colpa del ciclone Venere calato dal nord. Potrebbe essere vero. Ma poiché l’intero è qualcosa di più della mera somma delle parti, va detto che persisteva in città questo insopportabile fetore di morte e putrefazione che il ciclone da solo non poteva spiegare.

Erano questi tutti chiari indizi dell’arrivo in città delle Sentinelle in Piedi, famoso movimento italiano che si batte contro una piaga della nostra società: le emorroidi. Il non potersi sedere è infatti un grave handicap nella vita di tutti, perché naturalmente ciò logora la fibra di un corpo e frustra la psiche, portando il soggetto colpito a contrarre svariate malattie, come l’omofobia, l’ottusità e il complesso del pene piccolo, cosa che secondo la rinomata scuola freudiana porta ad atteggiamenti negativi e/o malsani verso l’atto sessuale in sé. Impietositi, noi del circolo di Bari abbiamo deciso di andare a mostrare il nostro sostegno alla loro causa assieme ad altre associazioni (LINK, Arcigay ecc.) e, per rallegrare un po’ la loro vita, ci siamo presentati armati di fischietti, parrucche, mezzobusti femminili, bandiere e tutto un vasto campionario atto a far bisboccia. Due nostri soci, particolarmente solidali, hanno condiviso le loro sofferenze rimanendo in piedi con loro leggendo un libro, l’unico mezzo che distoglie queste povere anime dall’impietoso male che le affligge.

Ma come dicevo, a causa del logorio che le emorroidi producono sulla psiche, il nostro corteo di solidarietà è stato visto dalle Sentinelle come un atto aggressivo nei loro confronti e per questo hanno domandato alla Polizia di creare un cordone di uomini con lo scopo di proteggerli da noialtri. Ah, quanto male creano in questo mondo le  emorroidi! Calata la sera, le nostre amiche Sentinelle si sono dirette verso l’unica farmacia di turno serale di Bari, visto che le scorte di “Proctosedyl crema rettale” andavano velocemente esaurendosi.

Felici di aver dato la nostra solidarietà a quegli sventurati, i soci del circolo si sono ritirati di buon grado in sede, dove una lauta cena a base di birra e kebab li attendeva per ristorarli dalle loro fatiche. Ma non si indugi più oltre, vi lasciamo alla visione del nostro video e delle fotografie scattate durante questa magica giornata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...